Green pass, partenza 2021

Pronti, partenza... via! Viaggiare sicuri in Italia

Alzi la mano chi non ha voglia di ripartire per una vacanza.
Una delle poche certezze che ci ha lasciato la pandemia, oltre alla presa di coscienza che Nessun uomo è un’isola (J. Donne) è la voglia di ricominciare a viaggiare.

“Sì viaggiare, evitando le buche più dure, senza per questo cadere nelle tue paure…” cantava Lucio Battisti, ma in questo periodo è più facile a dirsi che a farsi, starete pensando.

Eppure ci sentiamo di rassicurarvi che non è così difficile come si potrebbe pensare. Vediamo di fare il punto insieme di cosa è possibile fare. Vi va?

Innanzitutto la prima scelta che dovrete fare nella pianificazione di un viaggio per la summer 2021 è: Italia o estero?
La risposta è strettamente personale, e, al di là del campanilismo italico (l’Italia è una meta meravigliosa da nord a sud), ci sentiamo di dirvi che dovete lasciare parlare il vostro io più profondo.
Quale libro avete letto, o quale film avete visto che vi ha ispirato e vi ha fatto risuonare un richiamo irresistibile, come le Sirene di Ulisse?

Inutile dirvi che, per evitare procedure sanitarie più complesse, vi consigliamo di rimandare alla fine dell’anno, i viaggi intercontinentali per le destinazioni più esotiche, e che, se proprio volete varcare i confini nazionali, per quest’anno pensiamo sia più tranquillo optare per una meta europea.

Viaggiare in Italia

E se la tua destinazione fossero i trulli della Puglia o la Sicilia, alla ricerca dei mari solcati da Paolo e Ignazio Florio per arrivare a Palermo da Bagnara Calabra?

In questo caso, come vi dicevo prima, la situazione è molto più semplice.
Tenete presente la regola che il passaggio tra Regioni bianche o gialle non prevede alcuna restrizione.

Serve invece la Certificazione o Pass Verde per muoversi in zone arancioni o rosse.
Ci auguriamo tutti che il rosso o l’arancione, non siano più colori destinati alle Regioni, ma a un buon Spritz da gustare davanti a un tramonto rosso fuoco.

Tornando al tema certificazione, sappiate che il Pass Verde attesta uno dei seguenti stati:
1. essere stati vaccinati con entrambe le dosi;
2. avere ricevuto la prima dose di vaccino da almeno 15 giorni;
3. essere guariti da Covid nei 6 mesi antecedenti;
4. avere fatto un tampone antigenico o PCR con esito negativo entro le 48 ore.

Il Pass Verde è già disponibile in formato cartaceo e a breve sarà in formato digitale con QRCode tramite App Immuni o App IO. Ad oggi, in Italia, l’unica Regione che richiede, anche per i cittadini italiani, delle certificazioni per permettere l’ingresso sul proprio territorio è la Sardegna.

Per andare a tuffarsi nelle sue acque cristalline, è necessario, prima di partire, registrarsi sul sito o sull’App Sardegna Sicura e presentare la ricevuta della registrazione insieme alla carta d’imbarco e al documento di identità.

È inoltre obbligatorio essere in possesso del Pass Verde.
Pensato a tutte queste formalità, hai preparato la valigia?

Condividi:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *